Land of the Lustrous, è un manga edito dal 2012, arrivato da pochissimo solo ora in italia, che affronta la crescita e il cambiamento in maniera molto originale.

La storia si ambienta in un remotissimo futuro, nel quale la razza umana è scomparsa, al suo posto troviamo le Gemme, esseri asessuati composti interamente di minerali, da cui prendono il nome, e le caratteristiche. Abbiamo ad esempio Diamante, fortissimo combattente, Antarctite, la cui durezza varia con la temperatura, i gemelli Ametista, capaci di unirsi e dividersi a piacimento. Tutti molto forti, ma allo stesso tempo vulnerabili alla rottura, e sopratutto immutabili, per l’eternità.

Phosphophillyte detto “Phos”, il protagonista, debole, pigro, senza doti particolari, ma diverso, perché può rimpiazzare le parti perse del suo corpo, con altri minerali, cosa impossibile per i suoi fratelli, pena il rigetto delle parti nuove.
Phos quindi, nel corso della storia, sperimenterà volente o dolente il cambiamento, in maniera traumatica e violenta.

Con questa premessa l’Autrice, Haruko Ichikawa, indaga i dubbi, le paure e i dolori che si prova nello scontrarsi con i propri limiti, e nel superarli.
Andando avanti con la storia Phos diventerà, ad ogni nuovo innesto, letteralmente irriconoscibile, tanto che la domanda arriverà spontanea, ai lettori come ai personaggi, “Possiamo ancora chiamarlo Phos?”.

Nel corso dell’opera vedremo la guerra tra le Gemme e i Seleniti, il popolo della luna. Scopriremo gli equilibri e le relazioni tra le gemme. Conosceremo le leggende narrate dalla Gente del mare, cercheremo di scoprire la verità dietro “Kongo“, il Maestro e custode delle Gemme.

Consigliato in maniera spassionata,il manga ha cominciato la serializzazione in Italia il 27 Maggio, ad opera di J-Pop.

Padparadsha (sopra) e Rutile (sotto), due personaggi secondari, ma dalla triste storia.